Tutte le notizie relative alla manifestazione per l’orgoglio delle persone lesbiche, gay, bisessuali, transgender, queer, intersessuali e contro tutte le forme di discriminazione basate su orientamento sessuale e identità di genere.

Over the Pride, il Torino Pride in università

Con grande entusiasmo invitiamo tutte e tutti all’incontro “Over the Pride: l’intersezionalità dalla comunità LGBTQI+ ai diritti civili e sociali a 50 anni da Stonewall. Il Torino Pride 2019”, è organizzato dagli Atenei torinesi, con la partecipazione di Giziana Vetrano, Coordinatrice del Torino Pride.

Il Politecnico di Torino e l’Università degli Studi di Torino sostengono i diritti della comunità LGBTQI+.

Questo giovedì 13 giugno dalle ore 17:00 nella Sala d’Onore del Castello del Valentino

INFO >>> http://www.politocomunica.polito.it/events/appuntamenti/(idnews)/13230?fbclid=IwAR2ezia2eZJ3PimobfHUs0MM044raOP_mYzZqnGFp_vbSUponpj1S_ES_U4

Panchine Arcobaleno in Circoscrizione 1

Rispetto alla scala di grigi, i colori richiedono tempo e per questo non vogliamo tornare indietro sulla scala dei diritti!!

Il progetto delle Panchine Arcobaleno parte dalla consapevolezza che proporre iniziative divulgative semplici e immediate sul territorio possano essere una ottima base per decostruire stereotipi e pregiudizi e contrastare, di conseguenza, discriminazione ed esclusione sociale delle persone LGBT, educando la cittadinanza al rispetto di tutti senza distinzioni.

La Circoscrizione 1 ha negli ultimi anni attivato diverse iniziative di sensibilizzazione sulle tematiche LGBT, da corsi di formazione, alle installazioni semaforiche in concomitanza con la giornata del Pride, che anche quest’anno avrà luogo proprio nelle vie del centro, precisamente il 15 giugno.

Proprio in corrispondenza di questa occasione, inaugureremo le Panchine Arcobaleno in via Monte di Pietà angolo via San Tommaso, realizzata dall’artista Rosalba Castelli, colorata dalle tinte arcobaleno, comuni alla bandiera del Pride, proprio in vista del quale viene attivata la presente progettualità, e alla bandiera creata nel ’78 dall’artista Gilber Baker nella definitiva versione a 6 strisce, simbolo di pace universale e rispetto di tutte le differenze del mondo.

La divulgazione, con un arredo urbano di uso comune, accessibile a tutti, diretto a un pubblico eterogeneo, è sicuramente una delle vie di miglior successo cui auspichiamo per stare vicino alla cittadinanza, informando e sensibilizzando tutti e tutte.

 

Il Coordinamento Torino Pride ringrazia Circoscrizione 1 della Città di Torino per l’iniziativa di avvicinamento al Torino Pride.

Più info su: https://www.facebook.com/events/2241534789495684/?notif_t=plan_edited&notif_id=1559827728793810

Torino Pride all’Evergreen Fest 2019

Il Coordinamento Torino Pride è partner di Evergreen Fest, organizzato in estate da Tedacàal Parco della Tesoriera e, quest’anno, alla sua quarta edizione. Ecco i nostri eventi.

  • 10 giugno ore 21.00 | esibizione del gruppo Qoro LGBTQI,

Il Qoro è il primo coro LGBTQIE di Torino! Cosa si canta? Sostanzialmente, un po’ di tutto! Da Cher alla musica più colta, da “That’s amore” ai madrigali!

  • 10 giugno ore 21.30 | intervista a Luca Trapanese e presentazione libro “Nata per te

Una bambina che aspettava solo di essere accolta. Un quarantenne single pronto a prenderla con sé. La storia di un’adozione che ha commosso l’Italia intera, raccontata insieme a un altro padre che fatica a comprenderne le ragioni. Una riflessione dolce e incandescente sulla paternità.

Una selezione di corti del Film Festival prima conosciuto come “Da Sodoma a Hollywood” è uno dei più antichi festival GLBT in Europa. Nato nel 1986 come piccola e coraggiosa manifestazione “a tematica omosessuale”.

Sonia è una fotografa professionista che ama le donne. La sua personale idea sull’Amore viene messa in discussione da una bisbetica cartomante che la mette nella condizione di ripercorrere i suoi rapporti precedenti attraverso i quali entreremo in contatto con la realtà dell’amore tra donne.

  • 12 giugno ore 21.30 | Concerto Pop dei “Twee

Twee, la giovane band protagonista della scena musicale torinese, sono tornati! Tre donne e un uomo, proprio come Charlie e i suoi angeli, per una band che in realtà ha poco di angelico e che appena si apre il sipario scatena un’energia piccante e demoniaca!

Vivere e lottare tra eterosessismo, apartheid e pinkwashing – incontro con أصوات – Aswat, associazione femminista e queer palestinese.

  • 16 giugno ore 20.00 | concerto con le “Melò Coton

La musica francese è triste e malinconica? Una chitarra energica, un flauto brillante e una voce avvolgente vi faranno ricredere.
Et voilà!

  • 8 luglio ore 21.30 | Serata talk, “Quattro chiacchiere con Vladimir Luxuria” intervistata da Simone Schinocca e Alessandro Battaglia

Vladimir Luxuria, personaggio del mondo dello spettacolo, è stata anche un’esponente della politica italiana e dalla sensibilità sociale che la porta a collaborare con importati giornali e riviste, spaziando dalla cultura, alla politica, al costume, in una visione sempre originale e coraggiosa.

Torino Pride al Salone del Libro | Arena Piemonte

Giovedì 9 maggio, ore 16:30 | Tutto quello che c’è voluto

Con Alessandro Battaglia e Michela Ghilseni

Il giovedì del Salone del Libro presso l’Arena Piemonte proporremo una conversazione letteraria con Giuseppina La Delfa, mamma arcobaleno, già presidente di Famiglie Arcobaleno, ora vocata alla scrittura e protagonista di questo appuntamento.

Giuseppina La Delfa è italo-francese, laureata in Lingua e Letteratura italiana con specializzazioni in Letterature comparate e Didattica delle lingue straniere, nel 1990 si trasferisce in Italia con la compagna e da allora insegna lingua francese all’Università di Salerno. Nel 2005 crea l’associazione Famiglie Arcobaleno di cui è Presidente dal giugno 2005 a ottobre 2015. Nel 2016 entra a fare parte del direttivo di Nelfa, il Network delle Associazioni di genitori LGBTQI* europee.

 

Venerdì 10 maggio ore 17:00 | Disegniamo la Memoria

Con Federico Vergari, Jadwiga Pinderska, Roberto Forte e Alessandro Battaglia

Il venerdì del Salone del Libro presso l’Arena Piemonte avremo l’appuntamento Disegniamo la memoria, scrivere il nostro futuro Federico Vergari, Jadwiga Pinderska-Lech, Roberto Forte e Alessandro Battaglia, in vista del settantacinquesimo anniversario della liberazione dei campi di sterminio di Auschwitz e Birkenau, per il Treno della Memoria, lanceranno un invito a tutte le case editrici e tutti i disegnatori presenti al Salone del Libro di Torino per condividere un momento di confronto e di lavoro.

Il #TrenoDellaMemoria presenterà, infatti, una selezione di storie di ieri e di oggi che vorrebbe poter raccontare attraverso lo strumento del fumetto in ogni sua forma fra cui la vicenda della nave St Luis – un piroscafo tedesco su cui viaggiarono 963 rifugiati ebrei verso Cuba – e la vicenda della Rosa Bianca: un movimento di giovani e studenti che tra il 1942 e il 1943 a Monaco di Baviera in Germania tentò con metodi non violenti di contrastare il regime nazista e i cui membri vennero poi arrestati, torturati, processati in modo sommario e quindi condannati a morte.

Sabato 11 maggio ore 16:00 | LiberAmente

Con Marco Alessandro Giusta, Gaia Micolucci e Giorgio Andaldo. Coordina Maurizio Gelatti

Il sabato del Salone del Libro nell’Arena Piemonte sarà protagonista Libera Mente: la collana editoriale LGBT+ di Robin Biblioteca del Vascello nata con la volontà di lottare contro le discriminazioni di genere e per questo, allo stesso modo, libera anche dallo schema del genere letterario.

La collana ha l’ambizione di raccogliere testi – di saggistica o narrativa; italiani o stranieri – che propongono temi legati al mondo LGBTQI (lesbico, gay, bisessuale, transessuale, queer e intersex) assenti o poco approfonditi sulle pagine dei libri.
Volumi che vogliono narrare, in modo non leggero e non retorico ma piacevole e appassionante, i nuovi confini della non discriminazione.

Tre le novità presentate in anteprima:
– “A Pink Tale” – Una favola arcobaleno di Marco Alessandro Giusta
– “Riccardo, la Pandàfeche ed io” di Gaia Micolucci
– la riedizione di “Le parole tra gli uomini – Antologia di poesia gay italiana dal Novecento al presente” di Luca Baldoni, edizione che già nel 2012 aveva suscitato l’interesse e la curiosità del pubblico e della critica.

Il Torino Pride chiede Codice Etico per il Salone del Libro

IL TORINO PRIDE CHE ANCHE QUEST’ANNO SARÀ AL SALONE DEL LIBRO CHIEDE L’ATTIVAZIONE  UN CODICE ETICO  CHE TUTTI GLI EDITORI DOVRANNO SOTTOSCRIVERE PER POTER PARTECIPARE ALLA KERMESSE

Il Coordinamento Torino Pride è da sempre fermamente convinto che la cultura sia uno dei veicoli fondamentali per costruire un territorio più inclusivo e per formare una società più consapevole, democratica e attenta verso le istanze e i diritti di tutte e tutti.

È per questo che il Torino Pride, grazie alla Regione Piemonte, organizza al Salone del Libro da tre anni uno spazio dedicato interamente ai diritti LGBT e non solo, gestito dai propri volontari. Un luogo dove trovare, sfogliare e acquistare le pubblicazioni dedicate a questi temi; dove essere accolti da personale qualificato per avere informazioni. Uno spazio dove incontrare, scrittori, giornalisti, studiosi e attivisti che animano ogni anno un programma culturale dedicato.

Sulla base di questi presupposti il Coordinamento Torino Pride non può che essere sconcertato all’idea che nello stesso luogo – il Salone del Libro – dove si difendono i valori di tutte e tutti e di tutte le minoranze possano essere veicolate anche le istanze di una casa editrice che si definisce sovranista.

Proprio per questo, però, perché i libri e la cultura devono essere ancora una volta, come spesso avvenuto in passato, il veicolo per formare una società più giusta e una maggiore coscienza storica e pur capendo e rispettando la scelta di quanti hanno deciso di annullare la propria presenza, il Coordinamento Torino Pride parteciperà al Salone del Libro. Lo farà in modo convinto e animato, più che mai, da uno spirito militante e antifascista.

Il Coordinamento Torino Pride al contempo vuole fare di più proponendo al Salone Internazionale del Libro e al suo consiglio di indirizzo l’attivazione, dal prossimo anno, di un codice etico  che tutti gli editori dovranno sottoscrivere per poter partecipare alla kermesse. Il Torino Pride si mette da subito a disposizione per la redazione di questo codice sulla base della propria più che decennale esperienza in materia.

Gli appuntamenti da non mancare

Molti gli ospiti fra cui Giuseppina La Delfa, mamma arcobaleno, past president di Famiglie Arcobaleno, ora vocata alla scrittura e protagonista di un appuntamento giovedì 9 maggio alle 16.30, con Alessandro Battaglia e Micaela Ghisleni.

Venerdì 10 maggio alle 17 durante l’appuntamento Disegniamo la memoria, scrivere il nostro futuro Federico Vergari, Jadwiga Pinderska-Lech, Roberto Forte e Alessandro Battaglia, in vista del settantacinquesimo anniversario della liberazione dei campi di sterminio di Auschwitz e Birkenau, per il Treno della Memoria, lanceranno un invito a tutte le case editrici e tutti i disegnatori presenti al Salone del Libro di Torino per condividere un momento di confronto e di lavoro.

 Il Treno della Memoria presenterà, infatti, una selezione di storie di ieri e di oggi che vorrebbe poter raccontare attraverso lo strumento del fumetto in ogni sua forma fra cui la vicenda della nave St Luis – un piroscafo tedesco su cui viaggiarono 963 rifugiati ebrei verso Cuba – e la vicenda della Rosa Bianca: un movimento di giovani e studenti che tra il 1942 e il 1943 a Monaco di Baviera in Germania tentò con metodi non violenti di contrastare il regime nazista e i cui membri vennero poi arrestati, torturati, processati in modo sommario e  quindi condannati a morte.

Sabato 11 maggio ore 16 sarà protagonista Libera Mente: la collana editoriale LGBT+ di Robin Biblioteca del Vascello nata con la volontà di lottare contro le discriminazioni di genere e per questo, allo stesso modo, libera anche dallo schema del genere letterario. La collana ha l’ambizione di raccogliere testi – di saggistica o narrativa; italiani o stranieri – che propongono temi legati al mondo LGBTQI (lesbico, gay, bisessuale, transessuale, queer e intersex) assenti o poco approfonditi sulle pagine dei libri. Volumi che vogliono narrare, in modo non leggero e non retorico ma piacevole e appassionante, i nuovi confini della non discriminazione.

Tre le novità presentate in anteprima: A Pink Tale – Una favola arcobaleno di Marco Alessandro GiustaRiccardo, la Pandàfeche ed io di Gaia Micolucci e la riedizione di Le parole tra gli uomini – Antologia di poesia gay italiana dal Novecento al presente, di Luca Baldoni, edizione che già nel 2012 aveva suscitato l’interesse e la curiosità del pubblico e della critica.

_________________________

L’Arena dei diritti al Salone internazionale del Libro di Torino si inserisce nel ricco calendario di avvicinamento al Piemonte Pride (11 maggio Vercelli; 1 giugno Alessandria; 15 giugno Torino; 6 luglio Asti; 14 settembre Novara).

Coordinamento Torino Pride GLBT www.torinopride.it

Ufficio Stampa: con.testi + 39 011 5096036 +39 347 7726482 – ufficiostampa@torinopride.it

Conferenza Stampa Piemonte Pride 2017

PIEMONTE PRIDE 2017

9 giugno 2017ore 12.00

Sala Stampa Regione Piemonte

(Piazza Castello 165, Torino)

 segue rinfresco a cura di Slow Food Torino 

Si ringrazia

la Città di Torino

Quest’anno il Torino Pride, che nel 2016 ha coinvolto più di 100.000 perone, confermandosi come la più partecipata manifestazione del territorio dedicata al riconoscimento dei diritti di tutte e tutti, diventa Piemonte Pride.

Infatti il pride di Torino, che si svolgerà il 17 giugno, non sarà l’unica parata del Piemonte: nei giorni successivi il grande evento subalpino avrà luogo un secondo pride per i diritti delle persone LGBTQI (lesbiche, gay, bisessuali, transessuali, queer e intersex) ad Alba in provincia di Cuneo, organizzato dal Collettivo De Generi e dal Coordinamento Torino Pride.

Ma Piemonte Pride significa anche più di un mese di eventi di avvicinamento alla manifestazione di Torino organizzati in vari luoghi delle province piemontesi su iniziativa delle tante associazioni LGBTQI del territorio e un coinvolgimento più marcato di tutte le realtà della regione nell’organizzazione della grande parata torinese. I due pride hanno come claim:A Corpo liberoUn tema che consentirà di affrontare argomenti molto importanti: dall’autodeterminazione all’eutanasia, dalla transizione alla libertà individuale nella sua accezione più ampia.

Coordinamento Torino Pride GLBT 

www.torinopride.it – ufficiostampa@torinopride.it

Ufficio Stampa Torino Pride: con.testi + 39 011 5096036, +39 347 7726482, +39 333 4442790

Il Torino Pride anche ad Alessandria

Con queste parole, invece, Tessere Le Identità ha commentato il suo ingresso nel CTP: “L’Associazione LGBTQI di Alessandria Tessere Le Identità è orgogliosa di fare parte da oggi del Coordinamento Torino Pride GLBT. Siamo convint* che il lavoro di rete e di collaborazione tra associazioni e realtà di vario genere sia fondamentale per promuovere una cultura del rispetto delle differenze. La nostra adesione al Coordinamento è una conseguenza naturale del percorso di crescita e di scoperta del territorio che ci sta portando a conoscere realtà diverse tra loro, ma con le quali condividiamo l’urgenza di esporci in prima persona per provare a cambiare le cose e a renderle più uguali per tutt*, in questo mondo che considera ancora l’orientamento sessuale e l’identità di genere e sessuale discriminanti sufficienti per giustificare forme di esclusione, isolamento ed discriminazione. Ebbene, anche a noi, questo mondo, così, non piace: le cose cambiano se siamo noi a farle cambiare”.

Ricordo di Enzo Francone

A due anni dalla sua scomparsa Enzo ci manca ancora molto. Quella sua capacità di cercare sempre il modo per rendere l’impossibile possibile e’ il vuoto più grande che ha lasciato. Il suo entusiasmo e la sua energia l’eredita’ più bella.

Il Coordinamento Torino Pride LGBT

Comunicato Stampa – Le aziende illuminate

“E’ una grande soddisfazione”, sostiene Roberta Padovano,” che finalmente le aziende riconoscano che schierarsi a favore dei diritti delle persone LGBT è un segno distintivo positivo. Ci auguriamo che molte altre aziende seguano l’esempio di IKEA e Eatly.”

“Certamente questo è un passo importante,” aggiunge Cristian Ballarin, “per i diritti delle persone lesbiche e gay, attendiamo con ansia che le aziende, e magari le stesse eataly ed ikea del piemonte, vogliano nuovamente far parlare di se’ assumendo tra i loro dipendenti delle persone transessuali che, purtroppo, dato l’alto grado di discriminazione della societa’, non riescono a trovare un posto di lavoro”

“Ora il sottosegretario Giovanardi,” conclude Andrea Fino,”dovrà spiegare agli italiani come mai due grandi aziende di successo decidono di schierarsi con chiarezza contro i suoi attacchi illiberali e la politica omofobica di questo governo.”

Ufficio Stampa del Coordinamento Torino Pride LGBT

Andrea Fino – Coordinatore