Stampa

Proiezione diIl rosa nudo"

on Mercoledì, 21 Gennaio 2015 12:52.

In occazione della Giornata della Memoria 2015 il Coordinamento Torino Pride in collaborazione con Videocommunity, Associazione Museo Nazionale del Cinema e Hub Cecchi Point presentano la proiezione di:
Il Rosa Nudo, film di Giovanni Coda
Lunedì 26 gennaio 2015
o
re 21.00
Cecchi Point
Via Cecchi 17-21
Torino

www.mymovies.it/film/2013/ilrosanudo/
Il film, presentato in anteprima mondiale al TGLFF 2013 e reduce dalle ultimevittoriedi Melbourne, Columbus, Jakarta e ultimamente vincitore del premio miglior film al Festival di Napoli Omovies si ispira alla figura del deportato francese Pierre Seel.

L’omaggio che stiamo rendendo alla figura di quest’uomo vittima dell’omocausto rappresenta un grande esempio di celebrazione della memoria di uno dei tanti eroi dimenticati del secolo scorso che sacrificando la loro liberta e talvolta la loro stessa vita, hanno permesso a noi di proseguire in questa grande battaglia di civiltà, indicandoci la via per la realizzazione di un modo nel quale i diritti umani e la giustizia sociale saranno finalmente il perno della vita democratica.

Il Rosa Nudo è un lavoro di cinematografia sperimentale ispirato alla vita di Pierre Seel ed alla autobiografia scritta in collaborazione con Jean Le
Bitoux, che a sua volta è stato uno dei più importanti
attivisti per i diritti GLBT in Francia e in Europa.
Questo toccante testo letterario non è stato mai tradotto in italiano. Parlare della vicenda traumatica di Seel, significa rimarcare gli orrori compiuti dai nazisti anche nei confronti di chi era schedato come omosessuale. Il Rosa Nudo si concentra soprattutto su un episodio doloroso e terribile che segnerà per tutta la vita l’emotività di Seel che, all’epoca dell’internamento, aveva solo diciassette anni. Deportato nel campo di Schimerck, assisterà all’atroce morte del suo compagno.

L’ingresso alla serata è gratuito ma sarà possibile sostenere con un’offerta libera le attività del Coordinamento Torino Pride.

Stampa

Lgbtqi empowering realities: conferenza finale

on Mercoledì, 17 Dicembre 2014 13:58.

Stampa

TDoR 2014: Trans freedom march

on Giovedì, 09 Ottobre 2014 15:06.

Il Transgender Day of Remembrance (TDoR) è una ricorrenza della comunità LGBTQI per commemorare le vittime dell'odio e del pregiudizio anti-transgender (transfobia). L'evento, che si celebra il 20 novembre, venne introdotto in ricordo di Rita Hester, il cui assassinio nel 1998 diede avvio al progetto web "Remembering Our Dead" e nel 1999 a una veglia a lume di candela a San Francisco. Da allora l'evento è cresciuto fino a comprendere commemorazioni in centinaia di città in tutto il mondo.
Da diversi anni anche a Torino, intorno al 20 novembre, vengono organizzati diversi eventi, tra cui la commemorazione in una piazza centrale della città.
Quest'anno abbiamo deciso di celebrare questa ricorrenza con una marcia da Piazza Vittorio Veneto a Piazza Castello, per rivendicare libertà e  diritti.

Vi invitiamo ad aderire e promuovere l'evento
.

Sabato 22 Novembre 2014
ore 16.30
Piazza Vittorio Veneto

Durante il corteo suonerà una banda composta dei gruppi Blou Daville & Brass Volé, mentre in Piazza Castello la commemorazione sarà accompagnata dalla voce della cantante soprano Fe Dzidzofe Avouglan.

Sostieni l'iniziativa con una donazione: buonacausa.org/cause/trans-freedom-march
 

Programma TDoR 2014
Eventi patrocinati dal Comune di Torino

Sabato 22 novembre 
ore 15.00 
presso sede ARCI Torino Via Verdi,34 
all'interno del Torino Film Festival  Off 

proiezione di “Felliniana” di Simone Cangelosi e Luki Massa, 28 min., Italia 2010. 
Intervengono Simone Cangelosi e Porpora Marcasciano.

Si tratta di un documentario-confessione di Marcella Di Folco, la sua ultima intervista, che non  a caso Marcella ha deciso di rilasciare seduta tra le mura di un cinema. Affiancata da un suo grande amico ed esperto di cinema, Gian Luca Farinelli, Direttore della Cineteca di Bologna, nel maggio del  2010  Marcella racconta con leggerezza e sagacia della sua esperienza cinematografica con il Maestro per antonomasia, Federico Fellini. Felliniana è  un omaggio di Marcella a Fellini, il quale  la scoprì per caso alla fine degli anni '60 e la lanciò in una lunga carriera di caratterista, ma vuole essere anche un delicato omaggio degli autori a Marcella Di Folco. Raramente, infatti, nei lunghi anni delle sue instancabili battaglie per i diritti civili, in lungo e in largo per l'Italia Marcella si dava il tempo di evocare pubblicamente quegli aneddoti. Nei racconti ironici di sé e del mondo del cinema non si stenta a riconoscere il tratto umano della Marcella che conosciamo e ad intuire quanto quegli incontri e quella vita 'eccezionale' sia stata essenziale per la sua formazione.

Domenica 23 novembre
ore 14.00 – 18.00 
Sala conferenze del Museo della Resistenza 
Corso Valdocco, 4/A - Torino
Le prospettive di riforma della legge n. 164/1982 sul cambiamento di sesso 
*

SALUTI DI APERTURA 
Alessandro Battaglia, Coordinatore Torino Pride GLBT
Ilda Curti, Assessora alle Pari opportunità della Città di Torino (segreteria nazionale della Rete RE.A.DY.)
Monica Cerutti, Assessora alle Pari opportunità e ai Diritti della Regione Piemonte

PARTE PRIMA: PERCHÉ È NECESSARIA UNA RIFORMA DELLA LEGGE N. 164/1982? 
H 14.15-15.15 
Tito Flagella, avvocato del foro di Roma Le autorizzazioni di rettificazione anagrafica del sesso senza intervento chirurgico a legge vigente 
Paolo Valerio, presidente ONIG – Osservatorio nazionale sull’identità di genere Depatologizzazione e riforma della legge n. 164/1982 
Anna Lorenzetti, docente a contratto di Analisi di genere e Diritto antidiscriminatorio, Università di Bergamo Criticità della legge n. 164/1982 e punti d’innovazione delle proposte di riforma Mia Caielli, ricercatrice di Diritto pubblico comparato, Università di Torino La sentenza n. 170/2014 della Corte costituzionale e la parziale illegittimità costituzionale della legge n. 164/1982 
Marco De Giorgi, Direttore dell’UNAR – Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali Le discriminazioni nei confronti delle persone trans e intersessuali e le misure specifiche previste nella Strategia nazionale LGBT

PARTE SECONDA: QUALI PROSPETTIVE DI RIFORMA?
H 15.15-16.15 
Ivan Scalfarotto, sottosegretario di Stato per le Riforme costituzionali e i rapporti con il Parlamento La proposta di legge n. C. 246 (“Norme in materia di modificazione dell'attribuzione di sesso”) 
Sergio Lo Giudice, senatore (Partito democratico) Il disegno di legge n. S. 405 (“Norme in materia di modificazione dell'attribuzione di sesso”) 
Alberto Airola, senatore (Movimento 5 Stelle) Il disegno di legge n. S. 392 (“Norme in materia di modificazione dell'attribuzione di sesso”) 
Luigi Manconi, presidente della Commissione straordinaria del Senato per la tutela e la promozione dei diritti umani I diritti delle persone trans e intersessuali come diritti umani 
Giovanna Martelli, Consigliera del Presidente del Consiglio dei Ministri in materia di Pari Opportunità Le proposte del Governo per i diritti delle persone trans e intersessuali

PARTE TERZA: TAVOLA ROTONDA. 
H 16.30-18.00
I/le rappresentanti delle associazioni trans e intersessuali si confronteranno con le relatrici e i relatori e con le senatrici e i senatori presenti.
* si precisa che siamo in attesa della conferma da parte di alcuni/e relatori/trici.

Mercoledì 26 novembre
ore 21.00 
presso CasArcobaleno di via Lanino 3/A, per Serata Cinema Cinema!!! proiezione del film "Belle al Bar" di Alessandro Benvenuti, con Eva Robin's, 110 min., Italia 1994

Leo è in crisi. In crisi soprattutto nel suo rapporto con la moglie: dieci anni di matrimonio e le solite incomprensioni. Ma per fortuna deve partire. Nella città in cui si trova per motivi di lavoro si accorge di essere pedinato da una donna sconosciuta e, quando viene colto da uno svenimento, è proprio lei a soccorrerlo. Leo si risveglia in casa della donna che mostra di conoscere vari particolari della sua infanzia. Stordito e confuso, Leo riesce finalmente a capire: la sconosciuta non è altri che suo cugino Giulio divenuto nel frattempo un'affascinante transex. Inizia così una movimentata convivenza.

Sabato 29 novembre 
ore 17.00 
Biblioteca Civica Ginzburg
Via Lombroso, 16  Torino 

mauriceglbt.org/drupal/node/1851
Servizio lgbt della Città di Torino, biblioteche civiche Pavese e Mirafiori, biblioteca Ginzburg/Polo Culturale Lombroso 16,  Maurice glbtq, Associazione Donne di Mirafiori, Associazione Scambiaidee, e Le donne per la difesa della Società civile, presentano
Proiezione del film "Mater natura" di Massimo Andrei Commedia, 90 min. - Italia 2006. 
Si terranno anche letture a cura dell'Associazione Donne di Mirafiori e Donne per la difesa della Società civile, testimonianza di persone transessuali/transgender e discussione.

Presentato con successo al Festival di Venezia 2005, l'opera prima di Massimo Andrei racconta la storia di Desiderio, una giovane transessuale napoletana che si innamora, ricambiata di Andrea. Ma la realtà ostacola la realizzazione dei sentimenti: Andrea si sposa e Desiderio si allontana dalla città per rifugiarsi nei pressi del Vesuvio, con l'intento di aprire un centro di agricoltura biologica, che possa servire anche come centro di ascolto per uomini in crisi.

Stampa

Fare figli con chi? La multi genititorialità come norma

on Martedì, 23 Settembre 2014 13:34.

Stampa

Laici in Piazza 2014

on Lunedì, 01 Settembre 2014 17:35.

Laici in pIazza
Nona edizione
20 - 21 settembre 2014
TORINO
XX Settembre 1870: il perchè di una ricorrenza

La Consulta Torinese per la Laicità delle Istituzioni intende richiamare l’attenzione sulla storica ricorrenza del XX Settembre 1870, evento fondante dell’unità nazionale del nostro Paese, fortissimamente avversata dalla Chiesa cattolica.
Oggi il Vaticano, affrontando i temi sociali ed etici, non si limita, come sarebbe assolutamente legittimo, a parlare liberamente alle coscienze dei credenti cattolici, ma pretende di intervenire direttamente nei processi decisionali dello Stato italiano, condizionando pesantemente le forze politiche e la libera dialettica parlamentare, esigendo che le leggi dello Stato italiano si conformino alla morale delle gerarchie vaticane.
Occorre rivendicare con fermezza la laicità delle Istituzioni e la libertà della Repubblica nelle sue scelte legislative e civili, sollecitando le forze politiche e il mondo della libera cultura a un forte impegno a favore di uno Stato veramente laico, nel rispetto della dialettica pluralista e democratica, del concetto di separazione fra Stato e confessioni religiose e della eguale libertà religiosa per tutte le fedi e le non-fedi.
Per tali ragioni la Consulta Torinese per la Laicità delle Istituzioni chiede che il Parlamento approvi la proposta di legge per ripristinare la Festa Nazionale del XX Settembre o, almeno, il suo riconoscimento come “Solennità civile”, ai sensi della legge 54 del 1977.
Ecco il programma completo:

www.torinolaica.it/

lgbt torino